Blefaroplastica

Cosa è la Blefaroplastica

Con la blefaroplastica si intende una serie di interventi che mirano a migliorare e rendere più evidente l’occhio. Si può intervenire sulla palpebra superiore e/o su quella inferiore. Nel primo caso si rimuove l’eccesso cutaneo che si può creare con il passar degli anni, definendo meglio il contorno dell’occhio e mettendolo in risalto. Si può rimuovere l’eventuale eccesso di tessuto adiposo che protrude intorno all’occhio. Tutto questo al prezzo di una cicatrice posta a circa un cm dal bordo ciliare, che dopo pochi mesi diventa praticamente invisibile

blefaro_img

 Invecchiamento dei tessuti del terzo medio con scivolamento verso il basso dei tessuti della guancia. Da: Simone Grappolini – Blefaroplastica e tecniche ancillari. – Ed Piccin (2008)

Con l’intervento sulla palpebra inferiore si rimuovono le “borse sotto gli occhi” e si può migliorare e riempire il bordo orbitario. Negli anni le tecniche della blefaroplastica inferiore si sono modificate ed arricchite permettendo, attraverso la sola cicatrice sotto le ciglia inferiori appena estesa lateralmente nelle pieghe cutanee, di sollevare i tessuti della regione zigomatica facendo quello che si definisce lifting del terzo medio della faccia o medio facciale.
In particolari situazioni non è necessario incidere la cute. Si può passare attraverso la congiuntiva e rimuovere da lì gli eccessi adiposi. E’ quella che viene chiamata blefaroplastica tran congiuntivale e personalmente la utilizza quando la cute palpebrale è particolarmente elastica e tonica.

Quale anestesia viene utilizzata

Normalmente l’intervento per l’intervento viene utilizzata l’anestesia locale associata ad una sedazione. In questo modo si riesce ad intervenire in modo praticamente indolore e a permettere un immediato recupero postoperatorio. E’ comunque indispensabile un controllo postoperatorio di qualche ora mantenendo un adeguato riposo con la testa alta e ghiaccio per ridurre l’inevitabile edema postoperatorio.

Quanto dura l’intervento

Una blefaroplastica superiore e inferiore ha una durata di circa 75 min il tempo si può allungare se si associano procedure accessorie.

Il Post operatorio

Credo che le prime 24 ore siano fondamentali per un buon decorso. Un adeguato riposo, posizione della testa alta e ghiaccio limitano l’edema e soprattutto il rischio di ematomi che possono oltre a creare complicazioni immediate anche gravi. I punti vengono rimossi dopo 4 – 5 gg.
Sono utili impacchi con liquidi rinfrescanti o blandamente antisettici. Personalmente consiglio la soluzione con acqua borica al 3 % da eseguire più volte al giorno, aiuta a rimuovere le inevitabili secrezioni che vengono dalle suture ed alleviano la tensione cutanea data dall’edema.
Molto importante in questa fase è idratare la cornea con lacrime artificiali e gel specie prima della notte. Infatti l’edema delle palpebre non permette un adeguata chiusura e si ha il rischio di avere una cornea secca e quindi favorire l’insorgenza di abrasioni e/o ulcere corneali dolorose e fastidiose.
L’edema si risolve in modo variabile e dipende dalle caratteristiche del drenaggio linfatico locale. Mediamente occorrono almeno 15 gg nelle blefaroplastiche complete per potersi truccare e nascondere gli esiti.

Vai alla Galleria Immagini Pre – Post Intervento

I commenti sono chiusi.